martedì 27 settembre 2011

lunedì 26 settembre 2011

Ciondoli e Talismani Dea Madre

La dea madre o Gea è una delle figure femminili archetipiche più note ed il suo culto risale al periodo primitivo in cui la donna, simbolo della terra in quanto madre, sovrintendeva i riti della nascita, e quelli della morte.
La donna era colei dalla quale si nasce e colei alla quale si torna, cioè la terra, attraverso la sepoltura. 
La grande madre anch’essa muore e si rigenera tramite il passare delle diverse stagioni e come la luna calante, la luna crescente e la luna nuova.
 Statuina in pasta polimerica
..Ciondoli..

sabato 24 settembre 2011

Collana ninfa

La collana ninfa è composta da legnetti, radici di zucca blu e una fatina..

Gioielli delle Ninfe e delle Sirene

I gioielli delle Ninfe e delle Sirene sono gioielli con la tonalità del celeste,tutti pezzi unici!!
Con i loro movimenti e con lo loro forme vogliono ricordare il mare e l' acqua!!

Collana del bosco


Collana corteccia sulla tonalità del verde!!!

Le collane del Bosco...

Le collane del bosco sono create con dei pezzi di corteccia, semi, foglie o fiori secchi, sono dei gioielli unici!!!



venerdì 23 settembre 2011

martedì 20 settembre 2011

Mabon

Mabon è la seconda delle feste del raccolto, anche chiamato Equinozio d'Autunno. E' un tempo di equilibrio, la notte e il giorno sono ugualmente suddivisi, ma la luce sta iniziando a diminuire a favore dell'oscurità.
L'equinozio d'autunno, il 21 Settembre, è il momento della discesa della Dea nel mondo del sotterraneo. Con il suo allontanamento, vediamo il declino della natura e l'arrivo dell'inverno.
Il simbolismo di questo Sabbat è legato ai Misteri, all'Equilibrio, al momento in cui la notte e il giorno sono uguali. Alcuni simboli di Mabon sono l'uva, il vino, le ghirlande, le pigne, il granturco, le foglie secche, le ruote del sole, il melograno.
Mabon è il momento per celebrare le divinità antiche e gli spiriti del mondo. Ciò che bisogna fare per mabon è ringraziare, infatti alcune delle attività pagane da prendere in considerazione sono quelle di fare il vino e celebrare i defunti. E soprattutto è il momento giusto per fermarsi e rilassarsi, essere felici.  
Dall'equinozio autunnale, la forza del sole inizia a diminuire, fino al solstizio invernale, quando il sole inizia a crescere d'intensità e i giorni diventano nuovamente più lunghi delle notti.
Il Dio del raccolto è spesso simbolizzato da un uomo di paglia o fieno, il cui corpo sacrificale è bruciato e le cui ceneri sono riversate sulla terra. La Dea del raccolto, è fatta dall'ultimo fascio del raccolto, vestita con un abito bianco decorato con nastrini colorati che simbolizzano la primavera, e quindi appesa ad un palo (un simbolo fallico della fertilità).
Se possibile celebrate Mabon in compagnia, organizzate una grande cena. Lasciate che ognuno porti un piatto cucinato e fate una cena della fortuna. Prima di mangiare, fate passare un piccolo calderone vicino al tavolo. Quando ognuno lo terrà in mano dovrà dire qualche parola di ringraziamento per l'anno andato e di benedizione per l'anno che verrà (il calderone è simbolico del grembo della madre.)

Buon Mabon!!!
Un soffio di rugiada Lady Shadow

Amuleti e Talismani

Amuleto della Protezione e dell' Amore Eterno

domenica 18 settembre 2011

Arts in the Park...Decimomannu

Bellissimo evento nel cuore verde di Decimomannu ;)
Qui ho presentato le mie ultime  novità i bastoni magici , amuleti e tanti nuovi gioielli con i nastrini di seta tutti con i colori dell' autunno!!!
Queste foto sono tutte x voi

giovedì 15 settembre 2011

Amuleti delle Fate

Gli Amuleti delle fate sono composti da gabbie in argento tibetano che racchiudono le pietre del cuore!!!
Portale accanto al cuore ;D


Bastoni Magici

Mentre mi trovavo nel Bosco, Madre Terra mi ha regalato questi  3 tronchi, tutti plasmati dalla natura!!!
Ho deciso di creare 3 bastoni magici di protezione,2 con l'ametista e 1 con la fluorite!!!
Sono dipinti con una tinta Marrone, e lavorati con pasta di ceramica.


domenica 4 settembre 2011

Folletti,gufi...

...I fOLLETTI CUSTODI,amuleti Gufi  E I FOLLETTI DEI FIORI...

Ogni folletto avrà la sua pergamena,
con scritta una preghiera 
alla Dea Madre per la protezione




sabato 3 settembre 2011

poesie...

«Apparve leggera con il fruscio delle fronde

la pelle come di corteccia coperta

e gli occhi grandi e schivi,

in cui perdersi come nelle oscure profondità del bosco.

Avea la chioma di gemme e fiori abbigliata,

e ai piedi una radice contorta.

Mentre carezzava suadente il verde fusto amato,

il mio cuore si schiudeva verso l’infinito

e il silenzio degli alberi sussurrava antiche verità e perduti segreti.»

 

dark..

«C'è un salice che cresce di traverso

ad un ruscello e specchia le sue foglie

nella vitrea corrente; qui ella venne,

il capo adorno di strane ghirlande

di ranuncoli, ortiche, margherite

e di quei lunghi fiori color porpora

che i licenziosi poeti bucolici

designano con più corrivo nome

ma che le nostre ritrose fanciulle

chiaman "dita di morto"; ella lassù,

mentre si arrampicava per appendere

l'erboree sue ghirlande ai rami penduli,

un ramo, invidioso, s'è spezzato

e gli erbosi trofei ed ella stessa

sono caduti nel piangente fiume.

Le sue vesti, gonfiandosi sull'acqua,

l'han sostenuta per un poco a galla,

nel mentre ch'ella, come una sirena,

cantava spunti d'antiche canzoni,

come incosciente della sua sciagura

o come una creatura d'altro regno

e familiare con quell'elemento.

Ma non per molto, perché le sue vesti

appesantite dall'acqua assorbita,

trascinaron la misera dal letto

del suo canto ad una fangosa morte. »

(Dall'Amleto di Shakespeare)


giovedì 1 settembre 2011